Il legno: dalla natura alle cose

Usiamo il legno. Proteggiamo l’ambiente.
Questo è il principio che anima “il legno dalla natura alle cose”, manifestazione che nasce dalla volontà di valorizzare il legno come materia prima ecosostenibile, velocemente rinnovabile e che favorisce l’equilibrio dell’effetto serra.
E’ corretto tagliare l’albero adulto da cui ricavarne il legno per gli oggetti che usiamo nella vita di tutti i giorni; è conveniente gestire lo sviluppo futuro del bosco con adeguate attività di riforestazione.
La filosofia de “il legno dalla natura alle cose” si illumina di valori che possiamo riconoscere nel comportamento di tutti i giorni se volto all’attenzione intelligente per il nostro ambiente naturale e nell’atteggiamento cooperativo al fine di favorire relazioni per lo sviluppo del benessere comune.
Saper riconoscere e gestire elementi naturali che ci circondano significa comprendere quali e quanti benefici sia possibile ottenere.
Attenzione, intelligenza, cooperazione, gestione.
Sono parole che ne “il legno dalla natura alle cose” assumono significati precisi, espressione di valori a cui tutti possiamo aderire nelle nostre semplici scelte quotidiane, nelle modalità di produzione o nelle riflessioni progettuali.
Aderire significa adottarne i valori ed estenderli a poco a poco nel proprio contesto.

Cos’è “il legno dalla natura alle cose”
È una manifestazione senza scopo di lucro voluta ed ideata dalla Fondazione Museo del Falegname che persegue i seguenti obbiettivi:
– promuovere l’utilizzo del legno perché materia rinnovabile ed ecosostenibile
– promuovere un’intelligente attenzione all’ambiente naturale anche attraverso l’utilizzo delle risorse rinnovabili e la riqualificazione delle tradizioni
– valorizzare il territorio anche attraverso le testimonianze delle realtà produttive
La periodicità è annuale.

Generalità sui contenuti
Il format potrà essere rivisto di anno in anno e, nel caso, essere soggetto a condivisione ed approvazione da parte della Fondazione MdF.
Fondamentalmente il contenuto deve prevedere i seguenti percorsi:
Conoscenza – illustrazione di come e perché il legno è materia ecologica e rinnovabile
Cultura – risvolti artistici e/o ambientali
Laboratori – manuali o scientifici che avvicinino i ragazzi alla conoscenza del legno
Scoperta – riscoprire il territorio e le sue tradizioni
Testimonianza attiva – soprattutto legata ad azioni delle aziende della filiera del legno e delle scuole vicine alla filiera

Testimonial
Ogni anno le aziende della filiera del legno sono chiamate ad aderire, su base volontaria, al progetto e, in linea con la filosofia della manifestazione, essere testimoni del saper fare, della tecnologia, dell’attenzione per l’ambiente e dell’importanza del legno nella realtà attuale.

FACEBOOK
Instagram
LinkedIn